Iniziare ad utilizzare una stampante 3D per prototipare è facile. Con pochi e semplici suggerimenti non solo inizierai a ricreare i tuoi progetti in alta fedeltà, ma potrai testarli a costi ridotti prima di produrli in massa.

La prototipazione rapida aiuta le aziende a trasformare le proprie idee in realtà concrete, ricreando prototipi simili al prodotto finale che si vuole ottenere.

Grazie a strumenti di prototipazione rapida, come le stampanti 3D, designer di prodotto, tecnici e ingegneri possono creare direttamente dal proprio progetto CAD 3D prototipi, adatti inoltre, ad essere valutati in termini qualitativi tramite test e feedback ad un costo inferiore rispetto al passato.

In questa guida troverai dieci suggerimenti per aiutarti a ottimizzare la tua prototipazione rapida con la stampa 3D, dalla scelta della tecnologia migliore a consigli pratici, ed essere efficiente a livello produttivo abbattendo costi e tempistiche.

  1. Scegli la prototipazione Interna
  2. Scegli la giusta tecnologia e macchinari
  3. Automatizza la post-elaborazione
  4. Assemba parti di grandi dimensioni da più stampe
  5. Rendi le parti vuote
  6. Regola l’altezza dello strato
  7. Ottimizza il programma di stampa 3D
  8. Riduci o elimina le strutture di supporto
  9. Ottimizza il design
  10. Previeni i guasti

1. Scegli la prototipazione interna

Quando un azienda decide che è ora di prototipare, la prima cosa che si chiede è: mi rivolgo ad un’azienda esterna o acquisto una stampate 3D e prototipo internamente?

Decidendo di esternalizzare il processo, la prototipazione cessa di essere rapida, in quanto bisogna fare affidamento ai tempi e metodi di altre persone. Inoltre, l’outsourcing può aumentare notevolmente i costi quando c’è da fare numerose modifiche al prototipo.

La maggiori parte delle imprese preferisce dotarsi di stampanti 3D per ricreare semplici prototipi, lasciando fare ad aziende esterne più competenti grandi parti che richiedono materiali specifici.

Le stampanti 3D più gettonate tra i professionisti sono quelle da banco, veloci, facili da usare, che richiedono una formazione minima e poco spazio per funzionare. A seconda del modello e della tecnologia scelta, è possibile rientrare dall’investimento per una stampante 3D professional in pochi mesi e garantire risultati già nel breve periodo.

2. Scegli la giusta tecnologia e macchinari

Prima di scegliere la tecnologia di stampa 3D, comprendi ciò di cui hai bisogno dai tuoi prototipi. Ne necessiti solo per dimostrazione visiva o hai bisogno che abbiano anche attributi meccanici?

Rispondendo a questa domanda, ti semplificherai la scelta su quale tecnologia di stampa 3D può fare al caso tuo.

Ad esempio, per capire il modello concettuale del prodotto, possono essere superflui la finitura e i dettagli, mentre privilegerai la velocità. Al contrario, se necessiti anche di estetica e funzionalità la scelta dovrebbe cadere su stampanti che trattano consumabili adatti a proprietà specifiche.

Confronta oggi le tre tecnologie di stampa 3D più utilizzate in ambito produttivo:

3. Automatizza la post-elaborazione

Una volta che si stampa e si ha il prototipo, una cosa da non trascurare è il post curing o post elaborazione.

Spesso è trascurata, ma garantisce una durata e un accrescimento della proprietà del consumabile, al fine di aumentare la durata del prototipo e la performance di prova.

Alcune fasi della post-elaborazione possono essere automatizzate, per ridurre i tempi e i costi di manodopera. Un esempio di sistema automatizzato di post curing lo si vede nel Form Wash e il Form Cure di Formlabs, brand numero uno per le stampanti 3D in resina ingegneristica. Questi due strumenti semplificano la post polimerizzazione e la pulizia delle parti prodotte dalla Form 3.

4. Assembla parti di grandi dimensioni da più stampe

Stampare in 3D oggetti grandi e complessi si può fare, non è impossibile, ma risulta un processo lungo e costoso, soprattutto se vi affidate anche a aziende esterne.

La scelta migliore potrebbe essere quella di suddividere il modello, in parti più piccole, facilmente stampabili in base al volume della stampate 3D che possedete. Inoltre, già partendo dal disegno tecnico, si possono ricreare parti o giunti per facilitare l’assemblamento e facilitare più avanti il fissaggio.

Per quanto riguarda il metodo di fissaggio, le parti stampate possono essere unite tra loro mediante:

 

  • Fissaggio chimico: utilizzare un agente adesivo per arte, modelli in scala e forme complesse.
  • Fissaggio meccanico: aggiungere filettature o tasche funzionali che richiedono un robusto collegamento meccanico, se ad esempio si vuole continuamente attaccare o staccare parti.

5. Rendi le parti vuote

        Di default, una stampa 3D crea prototipi densi.
        Ma se volete ricreare parti non funzionali e che non richiedono resistenza, svuotare il prototipo è la scelta migliore, in quanto si risparmia notevolmente quantità di consumabili e tempo di stampa.
        Tutto questo è facile e veloce, grazie ai software di preparazione alla stampa, che in pochi click svuotano e preparano il modello alla stampa

    6. Regola l’altezza dello strato

    Per ridurre i tempi di stampa è sempre bene regolare l’altezza dello strato.

    Sui sistemi SLA, la differenza tra le parti stampate con strati da 50 e 100 micron, riduce i tempi di stampa del 50%.

    7. Ottimizza il programma di stampa 3D

    Per ottenere la massima produttività, esistono alcune pratiche per ottimizzare il processo di stampa:

    • Metti in batch più parti in una build.
    • Stampa piccole tirature più brevi durante il giorno e grandi costruzioni durante la notte.
    • Utilizza più stampanti per distribuire il carico di lavoro e aumentare la produttività nello stesso giorno.

    8. Riduci o elimina le strutture di supporto

    Una parte mal orientata creerà strutture di supporto eccessive e non necessarie, perdendo un sacco di tempo e materiale.

    A seconda del progetto, una parte può essere stampata con o senza strutture di supporto, la maggior parte dei software per la preparazione alla stampa da modo di sperimentare diversi orientamenti, e verificare in che modo possono influire sul tempo di stampa e sul consumabile da utilizzare.

    Le tecnologie FDM richiedono strutture di supporto eccessive e complesse, mentre quelle in SLA sono facili da ridurre e da eliminare durante l’asportazione.

    9. Ottimizza il design

    Ottimizzare le geometrie delle parti garantisce una stampa efficiente e prototipi di qualità. Utilizzare software di progettazione 3D all’avanguardia ti assicura un lavoro pulito, senza perdere risorse e tempo

    Le ottimizzazioni includono:

    • Mantenimento di spessori delle pareti pari o superiori alle specifiche minime.
    • Eliminazione o sostegno di pareti angolate e sporgenze ripide.
    • Aggiunta di fori di drenaggio per disegni cavi.

    Prendere in considerazione l’uso di strutture reticolari per raggiungere un equilibrio ideale tra resistenza del pezzo, utilizzo del materiale e velocità di stampa.

    10. Previeni i guasti

    Macchinari guasti aumentano i tempi di produzione e  quelli necessari alla messa in commercio dei prodotti.

    Rispetto a prima, le stampanti 3D sono evolute, riescono ad autoregolarsi in caso di uso incorretto del consumabile, o, se le condizione non sono ideali,  si arrestano per la buona riuscita della stampa.

    Per ridurre i guasti segui alcune semplici regole:

    • lavora con macchine e aziende affidabili che offrono formazione e supporto tecnico;
    • segui le indicazioni del produttore per la pulizia della macchina;
    • prenditi il ​​tempo necessario per impostare correttamente le tue stampe;
    • stampa solo con materiali affidabili e testati;
    • controlla la data di scadenza dei materiali prima della stampa.
    • esegui assistenza e manutenzione regolari.

    Inizia con la prototipazione interna

    Inizia anche tu a prototipare.  

    Aggiungi la stampa 3D alla tua progettazione e produzione tradizionale, e riduce drasticamente tempi e metodi della messa in commercio dei prodotti.

     

    Richiedi il tuo preventivo o chiedi un approfondimento tecnico ai nostri 3D Specialist

    Matteo Marini

    Matteo Marini

    Marketing Specialist

    Intraprendente, creativo, sopra le righe e amante del “preciso”.